EVENTO IMPERDIBILE!

Macrolibrarsi.it presenta l'EVENTO: Evento: Bruce Lipton e Gregg Braden in Italia - 28 e 29 Ottobre 2017 - Milano

domenica 30 novembre 2014

PERCHE’ I MOMENTI DIFFICILI SI RIPRESENTANO

Un guerriero della luce sa che alcuni momenti si ripetono.

Spesso si ritrova davanti a problemi e situazioni che ha già affrontato. Allora si sente depresso, e pensa di essere incapace di progredire nella vita, giacché i momenti difficili si sono ripresentati.


“Questo l’ho già passato” si lamenta con il suo cuore. “Ma non l’hai mai superato”.


Il guerriero allora comprende che il ripetersi delle esperienze ha un’unica finalità: insegnargli quello che non vuole apprendere.


(Paulo Coelho)
 
 
 

HO'OPONOPONO: UNA SEDUTA DI PULIZIA

Per cominciare un'operazione di pulizia con Ho'oponopono, è bene ricordare sempre le tre tappe del processo di guarigione:

1. prendere coscienza del fatto che siamo noi al 100 per cento creatori della nostra vita. Questo è essenziale affinché sia possibile cambiare ciò che è in nostro potere e quindi ciò che è all'interno di noi stessi. Anche se ci troviamo di fronte a qualcosa che non ci piace, dobbiamo riconoscere che si tratta di una nostra creazione. Sono i miei pensieri, guidati dai ricordi, ad avere creato la realtà che ora devo affrontare;

2. quindi, effettuare un'introspezione. Essa consiste nel collegarsi al proprio essere superiore, tramite il quale chiedere alla propria divinità interiore di trasformare in luce i pensieri erronei e i programmi inconsci che hanno creato problemi nella nostra esistenza.  Possiamo utilizzare le espressioni: "Mi dispiace, chiedo perdono, grazie, ti amo" (o altri elementi di pulizia che verranno presentati successivamente);

3. infine, abbandonare ogni aspettativa, vale a dire accettare che le soluzioni non ci appartengono, perché quando abbiamo qualche aspettativa ci poniamo dei limiti. Le attese sono inviate dal mentale che vuole controllare tutto e che è esso stesso comandato dai ricordi. Inoltre, il mio essere superiore sa meglio di me ciò che mi giova. Pertanto, è importante procedere con piena fiducia a un abbandono alla volontà divina.
Non sempre è facile, perché abbiamo la tendenza a comandare e a voler controllare. 

(Luc Bodin)

Un estratto da 






giovedì 27 novembre 2014

QUALE INVITO VUOI ACCETTARE?


C’è dell’energia all’opera in questo mondo. Sia che tu la creda provenire dal potere di Dio, dal miracolo della natura, dalle forze del male o dall’attenzione dell’uomo, essa esiste.

Quando ti concentri sul bene della vita, esprimi gratitudine, hai fede, sei gentile, mostri amore e condividi ottimismo con glia altri, dai e ricevi una certa quantità di energia: vivi, cioè, in quello che io definisco “ciclo della gratitudine”.

Quanto ti concentri sul male, agisci con impazienza, serbi rancore, ti lamenti spesso, sparli degli altri e ti crogioli nel pessimismo, coltivi e alimenti un altro tipo di energia. Una vita vissuta in questo modo è prigioniera di quello che io definisco il “ciclo dei rifiuti”.

Puoi scegliere su che cosa concentrare la tua attenzione. Ogni giorno vieni invitato a vivere nel ciclo della gratitudine o in quello dei rifiuti. Vi sono forze potenti che ti attirano in entrambe le direzioni. Sta a te scegliere quel invito accettare.
(David J. Pollay)



 

sabato 22 novembre 2014

ESERCIZIO: DATTI APPROVAZIONE!

Date a voi stessi approvazione incondizionata, per il semplice fatto di respirare e di essere vivi!

Che cosa significa darsi approvazione? Significa accettarsi e amarsi.

Mi ha insegnato questo esercizio Kam Bahkshi, un’esperita di Release Technique.

1 – Iniziate con una goccia di approvazione, una quantità molto piccola. Fatela cadere sulla vostra testa e sentite che vi penetra dentro.

2 – Ora fate la stessa cosa con una quantità maggiore: un cucchiaino di caffè. Accoglietela.

3 – Ora un po’ di più: una tazzina da caffè.

4 – Ora un po’ di più: una bella tazzona.

5 – Un po’ di più: un secchio.

6 – Un po’ di più: una cascata di approvazione.

7 – Immergetevi in un lago di energia positiva e amorevole di auto-approvazione.

8 – Immergetevi in un oceano di approvazione.

9 – Fluttuate come una spugna in questo oceano di pura accettazione e auto-approvazione.

10 – Lasciate che permei ogni vostra cellula. Lasciatevi ‘marinare’ dentro.

Imparate a memoria questo esercizio e ripetetelo ogni giorno a occhi chiusi. È un metodo molto potente per ottenere salute, felicità, abbondanza e libertà.

(Joe Vitale)

EMOZIONI NEGATIVE: LA LEGGE DELLO SMALTIMENTO

Quante volte permetti alle altrui sciocchezze di cambiare il tuo stato d’animo? O ti fai rovinare la giornata da un pessimo conducente, un cameriere sgarbato, un capufficio privo di tatto o un impiegato insensibile?

A meno di non essere un Terminator, probabilmente devi adattarti. Ma il segno del tuo successo è dato dalla rapidità con cui riporti la concentrazione su ciò che davvero conta nella tua vita.


Vent’anni fa imparai questa lezione in un taxi di New York.

Ecco ciò che accadde.

Salii sulla vettura e chiesi di essere condotto alla Grand Central Station. Procedevamo nella corsia di destra, quando all’improvviso un’auto nera uscì da un parcheggio proprio davanti a noi. Il conducente del taxi schiacciò il freno, l’auto sbandò con una sgommata e all’ultimissimo momento ci fermammo ad appena due centimetri dall’altra vettura.
Non riuscivo a crederci, ma ancora peggiore fu ciò che successe poi: il conducente dell’altro mezzo – il tipo che aveva quasi causato un incidente ben più grave – cominciò a urlarci insulti scuotendo vigorosamente la testa.

Ma una cosa mi colpì più di ogni altra cosa. Il conducente del taxi si limitò a sorridere e salutare il tizio. Con aria amichevole, intendo dire. Quindi gli chiesi: “Ma perché ti comporti così? Quell’energumeno avrebbe potuto ucciderci!”. E lui mi diede la risposta che adesso io chiamo Legge dello Smaltimento, dicendo:

 Molte persone somigliano ai camion della spazzatura. Se ne vanno in giro piene di rifiuti, piene di frustrazione, piene di collera, piene di delusione. Man mano che la spazzatura si accumula, cercano un posto in cui smaltirla. E se glielo permetti ti scaricano tutto addosso. Così, quando qualcuno vuole scaricare su di te la sua spazzatura, non farne una questione personale. Sorridi, saluta, auguragli ogni bene, e vai avanti. Credimi, sarai più felice.
(David J. Pollack)



 
LEGGI ANCHE:



LEGGE DI ATTRAZIONE: COME AUMENTARE LA FORZA MAGNETICA

 

sabato 8 novembre 2014

NON TUTTO IL MALE VIEN PER NUOCERE


Quando si attraversa un brutto periodo o una fase di stallo, a volte può essere difficile vedere la luce alla fine del tunnel. Ma se comprendiamo che i pensieri di oggi daranno forma al domani, e che quei pensieri verranno raccolti e utilizzati per programmare un Universo che agisce in nostro favore, cosa c’è da preoccuparsi? Alla luce di questa nuova comprensione e della fede che essa automaticamente genera, ogni volta che ci troveremo in una fase di stasi dovremo sforzarci di pensare che, ovunque saremo, le cose non potranno far altro che migliorare. Il ristagno che stiamo sperimentando serve solo a dare all’Universo il tempo di orchestrare una “festa a sorpresa”, magari complicata ma senz’altro fantastica.

 

Non sprofondate perciò in questi periodi di recessione, non perdete fiducia, non abbassate i vostri standard, non scoraggiatevi e, cosa più importante, non indugiate nell’apparente mancanza di progresso che vi sembra di constatare.

 

Il fatto che non vediate progressi non significa che non ne facciate. Sappiate questo: l’Universo e i suoi meccanismi sono invisibili, ma le cose effettivamente accadono. Anche in questo momento, mentre leggete queste pagine, stanno accadendo miracoli in abbondanza a vostro favore. Se dubitate di questo significa che dubitate dell’intero Universo; la vostra fede si indebolirà e forse prenderete decisioni poco adatte, che potrebbero mandare in corto circuito i doni che proprio in questo momento stavano per esservi elargiti

 

(Mike Dooley)

 

Un estratto dal libro L’ARTE DI FAR ACCADERE LE COSE

 

 

 

QUANDO LA VITA SEMBRA NON FUNZIONARE...

Quando si attraversa un brutto periodo o una fase di stallo, a volte può essere difficile vedere la luce alla fine del tunnel. Ma se comprendiamo che i pensieri di oggi daranno forma al domani, e che quei pensieri verranno raccolti e utilizzati per programmare un Universo che agisce in nostro favore, cosa c’è da preoccuparsi? Alla luce di questa nuova comprensione e della fede che essa automaticamente genera, ogni volta che ci troveremo in una fase di stasi dovremo sforzarci di pensare che, ovunque saremo, le cose non potranno far altro che migliorare. Il ristagno che stiamo sperimentando serve solo a dare all’Universo il tempo di orchestrare una “festa a sorpresa”, magari complicata ma senz’altro fantastica.

 

Non sprofondate perciò in questi periodi di recessione, non perdete fiducia, non abbassate i vostri standard, non scoraggiatevi e, cosa più importante, non indugiate nell’apparente mancanza di progresso che vi sembra di constatare.

 

Il fatto che non vediate progressi non significa che non ne facciate. Sappiate questo: l’Universo e i suoi meccanismi sono invisibili, ma le cose effettivamente accadono. Anche in questo momento, mentre leggete queste pagine, stanno accadendo miracoli in abbondanza a vostro favore. Se dubitate di questo significa che dubitate dell’intero Universo; la vostra fede si indebolirà e forse prenderete decisioni poco adatte, che potrebbero mandare in corto circuito i doni che proprio in questo momento stavano per esservi elargiti

 (Mike Dooley)

 
Un estratto dal libro L’ARTE DI FAR ACCADERE LE COSE