EVENTO IMPERDIBILE!

Macrolibrarsi.it presenta l'EVENTO: Evento: Bruce Lipton e Gregg Braden in Italia - 28 e 29 Ottobre 2017 - Milano

sabato 21 febbraio 2015

PERCHE' NON ATTRAI CIO' CHE DESIDERI

La vostra mente è impegnata in una continua prova di forza tra parti diverse di voi stessi, in conflitto tra loro. Quelle intenzioni frantumate, se volete, mettono in moto tutta una serie di dinamiche.

Ipotizziamo che abbiate l’intenzione consapevole di comprare una casa nuova. Mettete in moto quell’intenzione, ma contemporaneamente mandate fuori la paura inconsapevole, ugualmente potente, di pagare una rata del mutuo troppo alta. Iniziate a tormentarvi per i tassi di interesse e a preoccuparvi per le spese di manutenzione… ed entrambi i pensieri mandano intenzioni ancora più inconsce. Se queste intenzioni inconsapevoli di paura sono più intense di quelle relative ai vostri desideri… bè, indovinate chi vince.

La dinamica delle intenzioni opposte può causare confusione e dubbi. Quando vi aprite a nuove percezioni e a nuovi desideri e simultaneamente provate paura e angoscia, innescate una lotta. Se la cosa si protrae, iniziate a dubitare che il porre intenzioni addirittura funzioni. O almeno, concludete, non funziona per voi. Vi scoraggiate e vi convincete che la vita e le circostanze siano più potenti di voi.
Credetemi non lo sono, neppure un po’. Le vostre intenzioni in conflitto stanno semplicemente creando una turbolenza nel campo di potenzialità.

(Pam Grout)

Un estratto da Crea la tua Realtà


venerdì 13 febbraio 2015

NULLA E' TROPPO BELLO PER ESSERE VERO

Ciò che vorrei farvi notare è che nulla è troppo bello perché non possa capitare a voi, a prescindere da quanto meraviglioso esso sia o quanto poco vi sembra di meritarlo.

Tutti voi avete diritto al meglio che ci sia, ne siete i diretti eredi. Quindi, non abbiate paura di chiedere: prendete e prendete! Ciò che vi è di buono a questo mondo non è patrimonio esclusivo di pochi eletti. Appartiene a tutti, ma arriva solo a chi è saggio abbastanza per riconoscere che gli spetta di diritto e coraggioso abbastanza da allungare la mano e coglierlo.

Tante cose buone vanno perdute solo perché non le si chiede.
Vi perdete tante cose splendide perché non vi ritenete degni di averle.
Vi perdete tante cose grandiose perché non avete fiducia in voi stessi né il coraggio di pretenderle e prenderne possesso.

(William Atkinson)


LEGGI ANCHE:
LEGGE DI ATTRAZIONE E AUTOSTIMA: SI GIOCA TUTTO QUI

DESIDERIO ARDENTE, ASPETTATIVA FIDUCIOSA, CORAGGIO ATTIVO

Desiderio ardente, aspettativa fiduciosa, coraggio attivo: ecco cosa vi porta ciò che vi spetta.
Prima di mettere all’opera queste forze, dovete però diventare consapevoli che state semplicemente chiedendo ciò che è vostro.
Finché vi rimarrà il benché minimo dubbio di avere diritto a ciò che volete, opporrete resistenza all’opera della Legge

In quel caso, potrete anche chiedere con tutta la veemenza che volete, ma vi mancherà il coraggio di agire. Se continuate a considerare l’oggetto del vostro desiderio come qualcosa che appartiene a qualcun altro e non a voi, vi ponete sul piano della paura, dell’invidia o della cupidigia. In tal caso la vostra mente si rifiuterà di continuare a lavorare, ribellandosi istintivamente all’idea di prendere ciò che non è vostro. Ricordatevi: la mente è onesta. Quando invece vi renderete conto che quanto di meglio offre l’Universo vi appartiene e che vi è abbondanza per tutti senza che voi rubiate niente a nessuno, allora la vostra mente non opporrà più resistenza e la Legge potrà procedere con la sua opera.

(William Atkinson)





ESERCIZIO: SONO NELLA FASE DELLA RICEZIONE

Seduto o in piedi, con gli occhi chiusi o aperti, ripeti questa affermazione:
Sono nella fase della ricezione. Sto ricevendo ogni bene nella mia vita. Sto ricevendo (inserisci l’oggetto del tuo desiderio) in questo momento”.

Ripeti l’affermazione per tre volte.

La prima volta mentalmente: mentre pronunci l’affermazione, cerca di visualizzare te stesso nell’atto di ricevere, in questo momento, il tuo desiderio.

La seconda volta ripeti l’affermazione a voce alta e, mentre la ripeti, concentrati sul suono delle parole, ascoltandole.

La terza volta ripeti l’affermazione a voce alta e, mentre la ripeti, concentrati sulle sensazioni che provi ripetendola.
Poi sentiti bene, adesso.

(Michael Doody)

Un estratto da Il Segreto in pratica




SE VUOI DIVENTARE RICCO DEVI CREDERCI

Credere deve diventare il tuo principio primo, la pietra d’angolo di ogni tuo valore, il tuo diamante inscalfibile. Perché la verità è tutta qui: credere, credere, credere. Se credi, non rinuncerai mai, proseguirai la tua strada di crescita ed evoluzione, non ti toccherà mai ricominciare da capo, sentirai sempre dentro di te, a livello subconscio, l’incrollabile fiducia che sgretolerà ogni apparente ostacolo, ignorerà quelli inutili e sarà capace di affrontare e superare quelli che fanno parte del naturale percorso di ricchezza.
Se credendo farai del tuo potere il tuo alleato, la strada sarà spianata.

(Michael Doody)

Un estratto da Il Segreto in Pratica




PENSA ORA ALLA TUA NUOVA VITA

Per realizzare i desideri sono importanti le visioni della mente e la forza delle emozioni e esse collegate. La Legge dell’Attrazione lavora in base ai pensieri e ai sentimenti. Se riuscirete a “sentire” come sarà la vostra vita una volta che avrete raggiunto la prosperità, riceverete esattamente ciò che avete chiesto. Più riuscirete a provare le sensazioni della vostra vita futura come se la viveste adesso, più avrete successo nell’attrarre la prosperità. Perciò è necessario far funzionare la parte più creativa e immaginifica della mente.



LE DIMENSIONI NON CONTANO PER L’UNIVERSO

Le dimensioni non contano nulla per l’Universo. È scientificamente dimostrato che attrarre qualcosa che consideriamo enorme non è più difficile che attrarre qualcosa che secondo noi è infinitamente piccolo.

L’Universo fa tutto senza il minimo sforzo. L’erba non fa fatica a crescere, cresce e basta. Il tutto funziona a meraviglia.

Si tratta di quello che avviene nella tua mente, di ciò che mettiamo in atto dicendo: “Questo è grande, richiederà un po’ di tempo” e “Questo è piccolo, gli dedicherò un’ora”. Sono regole stabilite da noi, ma per l’Universo non ci sono regole.
Tu comportati come se ce l’avessi già e l’oggetto del desiderio, qualunque esso sia, obbedirà.

(Bob Doyle)

Un estratto da The Secret




UN ESEMPIO DI COME FUNZIONA LA LEGGE DI ATTRAZIONE

Qualche tempo fa stavo discutendo della Legge di Attrazione del Pensiero con un uomo. Mi disse che non credeva affatto che il pensiero potesse attrarre alcunché e che era solo questione di fortuna.
Era convinto che la cattiva sorte lo perseguitasse e che tutto gli andasse storto. Era sempre stato così e lo sarebbe sempre stato. Ormai se lo aspettava.

Quest’uomo non si rendeva conto che il suo ragionamento confermava l’esistenza della Legge di Attrazione. Stava affermando di aspettarsi sempre il peggio e di averne conferma ogni volta.
Quest’uomo non se ne rendeva conto ma era un perfetto testimone della Legge di Attrazione, eppure convincerlo sembrava impossibile. Si opponeva per partito preso e non c’era verso di fargli cambiare idea: il punto di vista della Scienza della Mente era assurdo, non avrebbe smesso di aspettarsi sfortuna, e ogni circostanza gli dava ragione.

(William Atkinson)





LASCIA FARE ALL’UNIVERSO

Non devi avere aspettative. Ti potrà sembrare paradossale, ma è così che funziona. Una volta che hai piantato il seme, coltivalo con gli esercizi mantenendo chiara la tua visione, forte il tuo ascolto e la tua emozione, fermo il desiderio. Ma non forzarne la crescita.

Avere aspettative è come, dopo aver piantato il seme, smuovergli continuamente la terra intorno per vedere se ha piantato radici. Se fai così, lo uccidi. Lascia fare all’Universo. Non avere aspettative. Coltiva il tuo sogno e lascia fare all’universo. Ripeti perciò con gioia e convinzione questa affermazione: “Ho piantato il seme e ho fiducia che crescerà. Sono grato per avere ricevuto ciò che ho chiesto, e ora lascio fare all’Universo”.

(Michael Doody)


Un estratto da Il Segreto in pratica


sabato 7 febbraio 2015

PRATICA L’ESERCIZIO DELLA GRATITUDINE

Pensa a tutto ciò che hai costruito nel corso del tempo. E quando durante la giornata ti accade di avere pensieri negativi (dettati da accadimenti o semplicemente dalla catena dei pensieri stessi), ritorna a contemplare tutto ciò che hai … e ringrazia.

Ti accorgerai dell’incredibile potenza che la gratitudine ha nell’eradicare condizioni mentali e stati emotivi e sul neutralizzare insicurezze e instabilità.

Con la pratica dell’esercizio della gratitudine diventa realmente più facile accogliere la via della serenità, della fiducia e nell’ottimismo.

(Michel Moody)

Un estratto da IL SEGRETO IN PRATICA


ESSERE RESPONSABILI CI LIBERA DAL RISENTIMENTO

L’inizio della libertà consiste nel guardare in faccia la nostra responsabilità di ciò che accade nella nostra vita.

Da questa consapevolezza segue necessariamente che, poiché siamo responsabili per ciò che di bene e di male accade nella nostra vita, non possiamo attribuirlo alle altre persone o alle circostanze esterne. Non siamo più vittime degli altri o delle circostanze.

Persone e circostanze che ci hanno fatto del male sono strumenti, messaggeri, utilizzati dalla Legge che noi abbiamo consapevolmente o inconsapevolmente invocato. È la grande Legge Cosmica, ed è riassunto semplicemente dalle parole “Il simile attrae il simile”. Essa riporta a noi quello che noi abbiamo mandato fuori.

Una volta compreso questo, siamo liberi da ogni risentimento.

(Milfred Mann)




LA LEGGE DI ATTRAZIONE OPERA CON COERENZA

Afferma un uomo di profondo intuito nella natura delle cose: “La legge di corrispondenza tra cose spirituali e materiali è magicamente esatta nell’operare.

Le persone governate da uno stato d’animo malinconico attraggono cose lugubri. Coloro che sono sempre scoraggiati e abbattuti non hanno successo in nulla, e vivono solo per gravare su altre persone. Il giardino di fronte o sul retro di un uomo pubblicizzerà l’umore di quest’ultimo dal modo in cui è tenuto. Stracci e sporcizia sono sempre nella mente prima di essere sul corpo. Una mente collaborativa, fiduciosa, coraggiosa e determinata nel suo proposito, e che mantiene se stessa verso di esso, attrae a sé le cose e i poteri favorevoli a tal proposito”.

(Ralph Waldo Trine)



LEGGE DI ATTRAZIONE: UNA TESTIMONIANZA

Ogni desiderio, espresso o inespresso, è una richiesta. E spesso restiamo sconvolti dal vedere un nostro desiderio che all’improvviso viene soddisfatto.

Durante una festività pasquale, dopo aver visto alcuni meravigliosi rosai sui balconi di alcuni fiorai, ho desiderato riceverne uno, e ho visualizzato mentalmente la scena in cui il rosaio mi veniva consegnato a casa.

Arrivò il giorno di Pasqua, e con esso mi arrivò uno splendido rosaio. Il giorno dopo ringraziai l’amica che me lo aveva regalato, e le dissi che mi aveva fatto proprio il dono che avevo desiderato.

La mi amica replicò: “Ma io non ti ho fatto spedire un rosaio, ti ho fatto spedire dei gigli!”
Era successo che il fioraio aveva scambiato l’ordine con un altro, e mi aveva spedito un rosaio!
Questo è successo semplicemente perché avevo attivato la Legge, e la Legge in azione mi ha portato ciò che volevo avere.    

(Florence Scovel Shinn)

Un estratto da IL GIOCO DELLA VITA




IL TABELLONE DELLA VISIONE: L’HAI GIA’ REALIZZATO?

Probabilmente avrai già sentito parlare del tabellone della visione, o vision board. La maggior parte della gente lo conosce, e io lo insegno e lo faccio realizzare dai partecipanti ai miei seminari sin dalla metà degli anni Novanta. Ma tu ne hai mai fatto uno? Ora è il momento giusto, e conosco una serie di trucchi ed espedienti che scommetto non hai mai sentito.

Innanzitutto procurati un grande pezzo di cartoncino o un pannello di sughero. Quindi raccogli immagini di tutto ciò che vuoi attrarre nella tua vita: usa fotografie, opere d’arte, riviste o immagini stampate da Internet. Divertiti come un bambino alle elementari. Se hai figli, coinvolgi tutta la famiglia: dì ai tuoi figli di tagliare e incollare immagini sui loro tabelloni. Oppure, fai un solo tabellone per tutta la famiglia.
Metti ad alto volume una musica che ti ispiri, magari che ti spinga a ballare. Scrivi sopra al tabellone “La mia mappa del tesoro”, o il nome che preferisci. Deve comunque essere una cosa divertente. Ricorda: i tuoi sentimenti sono vibrazioni e inviano potenti forze attrattive nell’universo.

E se magari ti imbarazza che gli altri vedano questi tabelloni?
E se non volessi esporre qualcosa di tanto personale tra le persone ancora negative del tuo ambiente?
In tal caso, fai dei piccoli tabelloni e mettili negli armadi o armadietti che apri di frequente. Da un certo punto di vista questi sono anche migliori di un tabellone grande.

L’energia va dove va l’attenzione, e tu hai bisogno di tenere sempre sotto controllo la tua attenzione. Per questo i richiami dell’attenzione sono fondamentali. Li devi avere ovunque, per vederli tutto il giorno in molti posti diversi.

Ed ecco come prendere un’idea comune e portarla a un nuovo livello.
Metti in 3D il tuo tabellone.
Ritaglia foto colorate del tuo viso e delle persone che ami (anche i tuoi cani), e incollale sopra foto di persone che stanno facendo le cose che desideri.

Ecco la tua testa sopra una persona che sta sciando.
Eccoti sdraiato su una spiaggia, mentre abbracci il tuo partner davanti alla torre Eiffel, giochi a golf ad Augusta, in piedi con tutta la famiglia davanti alla baita estiva, ecc. Quindi incolla del materiale della tua vita: la scatola di fiammiferi del ristorante che vorresti frequentare di più, la brochure del bed-and-breakfast dei tuoi sogni, i fiori secchi dal bouquet del tuo matrimonio (per aiutarti a rafforzare il tuo matrimonio). Insomma, non soltanto ritagli di riviste, ma anche cose che per te significano molto provenienti dal mondo fisico.

Poi – questo è il passaggio chiave – quando vedi queste immagini più volte, in molti luoghi diversi ogni giorno, pensa di avere già vissuto queste esperienze e che tali tabelloni siano semplicemente gli album delle tue foto. Chiudi gli occhi e rivivi quei momenti come se stessero avvenendo di nuovo.
Se riesci a vederli e sentirli, sei sulla corsia preferenziale per raggiungerli.

(James Arthur Ray)


Se ti è piaciuto condividilo su facebook!