lunedì 17 agosto 2015

SALVATORE BRIZZI: LA LEGGE DI RISONANZA

La Legge di Risonanza afferma che ogni essere umano si colloca su un particolare livello di coscienza che gli permette di entrare in risonanza esclusivamente con altri esseri umani, luoghi, situazioni e forme d'arte che si trovano su un livello o "piano" di coscienza simile al suo. In altre parole: il simile attrae il simile.

La risonanza fa sì che ognuno di noi manifesti intorno a sé l'ambiente più congeniale per il suo attuale grado evolutivo e, soprattutto, l'ambiente più stimolante al fine di compiere il prossimo passo sul Cammino.
Questo significa che, talvolta, la condizione in cui siamo potrebbe non piacerci, o addirittura potremmo trovarla pessima, ma alla Legge di Risonanza non ci sono deroghe: tutto ciò che si manifesta intorno a noi l'abbiamo richiamato con il fine di ampliare più rapidamente la nostra coscienza. Molte persone affermano di essere sul posto di lavoro sbagliato o in compagnia del partner sbagliato, ma ciò non può MAI essere vero, proprio in quanto noi "attiriamo" inconsciamente per risonanza la realtà che ci è più utile in un dato momento. La dimostrazione di questo fatto è che fino ad ora non siamo ancora riusciti a cambiare posto di lavoro o partner.

Per esempio, quando il diapason emette una nota, fa vibrare, in tutti gli strumenti vicini, le corde che sono accordate su quella stessa nota, mentre tutte le altre rimangono inerti. Allo stesso modo, solo una persona fra le centinaia che abbiamo incontrato ha risuonato con noi ed è divenuta nostro marito/moglie. Fra tutti i possibili posti di lavoro, solo uno ha risuonato con noi, ed è quello in cui ci troviamo adesso. Il ladro, l'incidente, la malattia, gli amici, l'abitazione o l'amore vengono attratti per risonanza. Da una prospettiva esoterica, e quindi evolutiva, siamo sempre nel posto migliore dove potremmo essere. Nella misura in cui cambiamo interiormente, cambiano anche le persone e i luoghi che attiriamo a noi.

(Salvatore Brizzi)

Un estratto dal libro

IL CORSO PER APPROFONDIRE:
GLI INSEGNAMENTI DI DRACO DAATSON


Mi raccontate le vostre esperienze con la Legge di Attrazione?
Potete scrivermi a questa mail: hamalschintera@gmail.com
GRAZIE!
 

TECNICHE PER SUPERARE LE PAURE: SCEGLIERE GRADUALMENTE PENSIERI MIGLIORI (TECNICA ABRAHAM-HICKS)

Nel loro bestseller, Jerry e Esther Hicks offrono una tecnica che cambierà la vostra vita, facile da usare a prescindere dal vostro livello di sviluppo. Ti incoraggiano a partire da dove sei in questo momento e poi scegliere deliberatamente un pensiero che ti faccia sentire anche solo un po’ meglio.

Usiamo un esempio per vedere la tecnica in azione.
Immagina di essere afflitto da problemi finanziari seri. Rimani sveglio la notte domandandoti come farai a pagare le bollette; le tue entrate non sono sufficienti a coprire tutto, così rimani sempre più indietro e la tua ansia e paura continuano a crescere.
Quando sei bloccato in una situazione del genere, i tuoi pensieri dominanti saranno probabilmente qualcosa del genere: “Non so quello che farò. Mi sento così impotente. Mi sento così spaventato per il mio futuro finanziario. Devo trovare un po’ di denaro ma non so come. Potrebbero succedere cose terribili se non sistemo questa situazione velocemente!”. Ovviamente pensieri di questo genere sono sabotanti, e questo non farà altro che continuare a farti sentire bloccato.

Usare la tecnica Abraham-Hicks implica scegliere un pensiero che ti faccia sentire un po’ meglio di quanto facciano gli altri pensieri. Un buon pensiero potrebbe essere: “Voglio credere che alla fine tutto si risolverà”.
Continua a ripetere quel pensiero per diversi minuti, e ti accorgerai che riuscirai a sentirti un po’ più speranzoso e meno spaventato. Poi inizierai un altro pensiero che ti faccia sentire anche meglio, come questo: “Me la sono cavata in tempi duri prima d’ora, quindi sono sicuro che ci riuscirò anche adesso”. Di nuovo, rimani con questo pensiero per alcuni minuti, fino a che non noterai che inizi a sentirti più forte. Poi scegli ancora un altro pensiero che ti faccia sentire anche meglio: “Sono convinto che le cose si risolveranno per me, anche se ci vorrà un po’ di tempo in più”. Continua così fino a quando le tue paure non saranno completamente rimpiazzate da ottimismo, speranza e coraggio.

Questo metodo di solito funziona benissimo perché non stai cercando di forzarti a saltare direttamente da pensieri negativi ad altri positivi, ma piuttosto usi un approccio più graduale.

Questo può aiutarti ad evitare di sentirti come se stessi mentendo a te stesso, come abbiamo già detto nella sezione Asserzioni. Prenditi il tuo tempo ed opera il cambiamento in modo molto graduale. La parte migliore di questa tecnica è che praticarla costantemente ti darà più controllo sui tuoi pensieri di quanto crederesti fosse mai possibile – aumentando platealmente la tua sicurezza e il tuo senso di controllo.

(Evolution Ezine)


RISORSA CONSIGLIATA:

venerdì 14 agosto 2015

ALCUNE IDEE PER PORTARE ABBONDANZA NELLA TUA VITA

Ricorda che non chiamo abbondanza l'accumulazione di cose materiali. Credo che significhi invece guardare la vita e sapere che abbiamo tutto il necessario per una felicità completa, e poi apprezzare ogni singolo momento dell'esistenza. Significa sapere che non abbiamo bisogno di altro e che una volta che ci concentriamo su ciò che vogliamo espandere nella nostra vita otterremo tutto quello di cui avremo bisogno. Significa sapere che la scarsità è un insieme di idee e di azioni che che puntano sempre a ciò che manca invece che a ciò che si ha. Ecco alcune idee che ti aiuteranno a mettere in discussione la coscienza della scarsità nella tua vita. Hanno funzionato per me e per quasi tutte le persone felici e di successo che ho conosciuto:


Non essere contro nulla!
Fai uno sforzo per formulare tutte le posizioni che prendi in termini positivi anziché negativi. Per esempio invece di cercare di perdere peso, cerca di essere a favore di una certa immagine di te stesso che hai in mente.
Invece di tentare di smettere di fumare cerca di essere a favore di un te stesso non tabagista.
Sottolinea ciò che vuoi, invece di ciò che non ti piace o che ti manca.


Fà uno sforzo per essere grato ogni giorno di ciò che hai e di chi sei.
Fallo anche se vuoi avere di più e se non ti piaci. I sentimenti di gratitudine sostituiscono quelli di avidità e indirizzano i tuoi pensieri sull'abbondanza. L'universo sembra provvedere con grande generosità quando siamo animati da un senso di gratitudine. Meno abbiamo bisogno di acquisire, più otteniamo!


Dedica del tempo ogni giorno a osservare il modo in cui usi la mente.
Cerca di valutare quanta parte delle tue esigenze mentali viene concentrata su ciò che ti manca. Quanta parte del tuo tempo passi a desiderare di avere di più o a commiserarti per la tua situazione infelice? Sii scrupolosamente onesto con te stesso. Forse scoprirai che una percentuale sorprendentemente alta delle tue ore di veglia se ne va in questi pensieri. Se è così, fà uno sforzo cosciente per cambiare i tuoi pensieri per un determinato periodo di tempo ogni giorno. Fà convergere i tuoi processi mentali su ciò che vuoi veramente far crescere; questa può diventare un'abitudine permanente. Per operare tale trasformazione della coscienza devi però prima diventare consapevole di quanta parte dei tuoi pensieri, della tua vita, è impiegata nell'alimentare ciò che in realtà non vuoi far espandere.


Metti in pratica la stessa strategia anche nei rapporti affettivi.
Spesso le difficoltà derivano dal fatto che ognuno si concentra su ciò che manca nell'altra persona. Se sei arrabbiato con una persona che ami, sposta la tua attenzione su qualcosa di lei che ti piace veramente. Quando ti concentri su ciò che ami in un essere umano sarà quella parte a crescere nel vostro rapporto. È un sistema che funziona magnificamente anche con i figli.


Qualsiasi cosa vuoi ricevere nella vita, ricordati di pensare "me lo merito".
Sentirsi meritevoli è una buona cosa. E lo sarai effettivamente se pensi che l'Io che riceve è degno e importante. L'abbondanza deriva dal modo in cui vedi te stesso. Se ti senti abbastanza importante per chiedere, e abbastanza divino per ricevere, ricevere sarà una ricompensa. Se invece non ti senti di meritare è quasi impossibile che l'abbondanza arrivi nella tua vita.


Usa le affermazioni positive come regola nella tua vita.
Adopera ogni tecnica possibile per attirare l'abbondanza. Pareti, specchi, il frigorifero, l'automobile, sono tutti spazi perfetti per appendere cartelloni. Un'affermazione positiva ti aiuta a essere autenticamente allineato con i tuoi pensieri. Le idee in cui credi devono essere riaffermate regolarmente perché le possa vedere manifestarsi nel mondo della forma.


Ogni volta che sei tentato di dare meno, cerca invece di dare qualcosa in più.
Quando ti trovi a ricadere nelle vecchie abitudini dell'avidità e dell'avarizia è utile che ti fermi immediatamente dove sei, "nella mente", e passi poi a un tipo di comportamento completamente nuovo. Rimarrai sorpreso da quante più cose cominceranno a riaffluire verso di te; e ti sentirai meglio nell'intimo, per aver compiuto uno sforzo particolare per un tuo simile. Ci si sente veramente bene quando si dà qualcosa in più. Come si dice: "Il chilometro in più non è mai affollato".

(Wayne W. Dyer)

Un estratto dal libro CREDERE PER VEDERE