EVENTO IMPERDIBILE!

Macrolibrarsi.it presenta l'EVENTO: Evento: Bruce Lipton e Gregg Braden in Italia - 28 e 29 Ottobre 2017 - Milano

giovedì 24 settembre 2015

ATTRAI CIO’ CHE DESIDERI O STAI ANDANDO CONTROCORRENTE?

Le persone si sforzano troppo e continuano a sbattere la testa sul muro, incappando in mille ostacoli. Se avete fiducia nella vostra ispirazione quando vi dice di fare qualcosa e lasciare perdere il bisogno di controllo, il percorso diventa chiaro. Vi fidate del Divino dentro di voi e seguite quella guida interiore.

Quando smettete di voler sapere tutto su ogni situazione, vi permettete di accettare e di imparare e troverete delle strade migliori e più facili.

È come stare dentro una corrente. Insistere nel voler sapere dove mettere il piede per il prossimo passo sicuro è un po’ come camminare controcorrente. Ma se lasciate andare e permettete alla corrente di lavorare per voi, la vita diventa molto più facile. La Legge di Attrazione è la corrente e vi può portare oltre la vostra immaginazione. Tuttavia, funzionerà soltanto se lascerete andare e le permetterete di farlo. Dovete interrompere l’abitudine di preoccuparvi e di stressarvi per ogni dettaglio, che è la prova che non avete eliminato il bisogno di controllo.

Ci vuole un po’ di pratica. Potete anche non crederci ma durante la prima parte della mia vita ero un introverso. Non potevo immaginare di trovarmi davanti a un gruppo di persone e parlare, e men che meno apparire in film e video. Ora non riesco a immaginare di non farlo. Una volta lasciati andare la paura e il bisogno di controllare ogni aspetto della mia vita, essa è migliorata tantissimo! Mi fa sempre sorridere la gente che si impressiona vedendo quanto la vita migliora se ci si fa da parte! Smettete di cercare di gestire le piccole cose e permettete al Divino di portare ogni giorno i miracoli nella vostra vita.

Quando capite davvero che nella vostra vita i miracoli sono possibili diventa facile aspettarseli. Tuttavia, spesso rimango ancora sorpreso quando appaiono! Probabilmente perché li noto più adesso, dato che la mia mente non è ingombra di tutti i dettagli che un tempo volevo controllare.

(Joe Vitale)

Un estratto dal libro Expect Miracles

TI CONSIGLIAMO ANCHE QUESTO ARTICOLO:


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi darci una mano per farci raggiungere sempre più lettori, puoi condividerlo cliccando qui sotto. 

Grazie :-)   

sabato 19 settembre 2015

11 PENSIERI GUIDA SULLA LEGGE DI ATTRAZIONE

È possibile allontanarsi da una situazione sgradevole senza riprodurla, ma per questo è necessario non parlarne, non pensarci, non opporsi ad essa. Bisogna operare una disattivazione totale della vibrazione dell’esperienza sgradita. Per evitare di ripetere situazioni indesiderate, dovete parlare di situazioni gradite.
Parlate di ciò che volete e smettete di soffermarvi su esperienze, situazioni, risultati spiacevoli.
Controllare i pensieri può essere noioso e faticoso, quindi l’approccio migliore sta nel rinforzare il desiderio di stare bene.
(Abraham)


Non puoi dirigerti verso l’Universo come un mendicante, perché la risposta che avresti sarebbe di rimanere in quello stato per il resto della vita. Ti devi presentare come qualcuno che sollecita ciò che gli è dovuto, con rispetto ma essendo sicuro si sé, ossia qualcuno che sa assolutamente ciò che vuole e che ha allontanato dalla propria mente le idee e le immagini negative.
(Brenda Barnaby)


il vostro Universo è basato sull’inclusione. Quando date la vostra attenzione a qualcosa che desiderate e dite di SI a quella cosa, voi la state includendo nella vostra vibrazione. Ma quando state dando attenzione a qualcosa che non volete e dite di NO, anche in quel caso la state includendo nella vostra vibrazione. Quando non date nessuna attenzione a qualcosa voi non la includete, ma non potete escludere niente a cui state dando attenzione, perché il semplice fatto che gli state dando attenzione la include nella vostra vibrazione, ogni volta, senza eccezioni.
(Abraham)


Se un uomo è convinto che in questo mondo tutto il meglio sia già stato venduto, finirà davvero per trovarsi di fronte solo a ripiani vuoti; se pensa che per avere una buona merce debba fare una lunga fila e pagare caro, avverrà così sicuramente; se le sue aspettative sono pessimistiche e intrise di dubbi, esse si giustificheranno immancabilmente; se si aspetta di scontrarsi con un ambiente ostile, i suoi presentimenti si realizzeranno senz’altro. D’altra parte, però, gli basterà solo farsi pervadere dal pensiero innocente che il mondo gli ha messo da parte tutto il meglio che c’è, per constatare che anche questa posizione funziona.
(Vadim Zeland)



Astenetevi da qualunque dubbio. Se dubitate di poter avere ciò che volete, non lo state permettendo. Lo state resingendo e finite col mandare messaggi contraddittori all’universo. È solo quando i pensieri, le parole e le immagini contraddittorie vengono eliminate che i vostri risultati si manifestano. Più velocemente eliminate la resistenza, più velocemente i vostri sogni si possono realizzare.
(John Assaraf)


Quando stai male e non fai niente per cambiare i tuoi pensieri e stare meglio, in realtà stai dicendo: “Procurami altre situazioni che mi facciano star male. Avanti, dammene ancora!”.
(Rhonda Byrne)


La vita vi insegna che avere bisogno di qualcosa è una forma di dipendenza che allontana proprio ciò che desiderate. Potete avere qualcosa solo se non costituisce un bisogno. Il bisogno è un segnale che allontana la cosa.
(Joe Vitale)


Una credenza molto importante è: io mi merito tutto quello che desidero.
È una credenza importante perché, indipendentemente da quello che desidero, se io non credo di meritarmelo o non lo riceverò mai, oppure lo riceverò ma poi lo perderò.
(Roy Martina)


Se si riesce ad essere felici e grati prima, in anticipo sulla realtà visibile, si spingono invisibilmente le circostanze a divenire più felici e fortunate; se si è invece infelici e preoccupati di ciò che si teme prima, in anticipo sulla realtà visibile, si spingono le circostanze future a divenire più infelici e sfortunate.
(Fabio Marchesi)


La vita è un gioco in cui il mondo pone sempre ai suoi abi¬tanti la stessa domanda: «Ebbene, ditemi un po’, come sono io?». E ognuno risponde a seconda delle sue rappresentazioni: “sei aggressivo”, oppure “sei confortevole”, o “sei allegro, cupo, amichevole, ostile, felice, sventurato”. E la cosa interessante è che in questa lotteria vincono tutti! Il mondo è d’accordo con tutti e davanti a ognuno si presenta nella veste da lui ordinata.
(Vadim Zeland)


Se date da mangiare dubbi alla mente, diventerà una mente che dubita. Funziona anche all’opposto: se le date speranza, sarà una mente speranzosa. Il dubbio non deve avere più spazio nella vostra mente di quanto ne abbia il veleno nella vostra bocca. Se cerca di entrare cacciatelo immediatamente. Non dite né pensate mai “Non posso farlo” o “Posso farlo?” ma sempre “Io posso farlo, lo farò”.
Questo è il tipo di spirito che vi farà riuscire.
(William Walker Atkinson)



LEGGI ANCHE

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi darci una mano per farci raggiungere sempre più lettori, puoi condividerlo su facebook cliccando qui sotto. 
Ti siamo molto grati.

venerdì 4 settembre 2015

PERIODI FORTUNATI E PERIODI SFORTUNATI: PERCHE' ACCADE?

Se le emozioni e i pensieri che senti sono per più del cinquanta per cento positivi, sei arrivato a un punto di svolta della tua vita.
Ed eccone la ragione.

Quando dai amore, non solo l'amore ritorna a te sotto forma di situazioni che amerai, ma nel tornare a te porta ancora più amore e positività nella tua vita! La nuova positività, a sua volta, attrae altre cose buone, aggiungendo ancora più amore alla tua vita e così via.
Tutto è magnetico, e quando ti arriva qualcosa di buono, esso attrae come un magnete altre cose buone.

Ti sarà senz'altro capitato di vivere uno di quei momenti in cui ti accadeva una cosa bella dietro l'altra, e questa catena meravigliosa sembrava semplicemente inarrestabile. Allora dicevi che stavi attraversando "un periodo fortunato" o che "tutto andava a gonfie vele". La sola ragione per cui hai vissuto quei periodi era perché avevi trasmesso più amore che negatività, e l'amore, tornando a te, aggiungeva ancora più amore alla tua vita, il che, di conseguenza, attraeva ancora più cose buone.

Avrai vissuto certamente anche la situazione opposta: qualcosa è andato storto e subito altre cose hanno iniziato ad andare per il verso sbagliato. Hai vissuto quei periodi perché hai trasmesso più negatività che amore, e la negatività, tornando a te, aggiungeva ancora più negatività alla tua vita, che perciò attraeva a sua volta cose ancora più negative. Probabilmente hai etichettato questi periodi come "sfortunati", ma la fortuna non centrava proprio nulla.

La legge di attrazione operava con esattezza nella tua vita, e quei tempi, felici o difficili, erano semplicemente il riflesso della percentuale di amore e di negatività che trasmettevi.

La sola ragione per cui "il periodo fortunato" o "sfortunato" è finito, è che, a un certo punto, le tue emozioni hanno fatto pendere l'ago della bilancia dall'altra parte.

(Rhonda Byrne)

Un estratto dal libro THE POWER di Rhonda Byrne


LEGGI ANCHE:





Puoi aiutarci a fare arrivare a quante più persone possibile questo articolo?
E' sufficiente cliccare qua sotto. Per noi vuol dire molto. GRAZIE! :-)