venerdì 9 ottobre 2015

LE 12 LEGGI DEL KARMA

1. Raccogli ciò che hai seminato.
Grande legge del karma.
Ciò che dai ti ritorna indietro per l’eternità. Ecco perché siamo responsabili di tutte le nostre azioni nel tempo e nello spazio.

2. Attrai ciò che sei, non ciò che vuoi.
Quello che sogniamo e desideriamo può essere creato se lavoriamo innanzitutto su noi stessi, rimuovendo la polvere karmica, i blocchi e il sabotaggio. La legge dell’attrazione fa coppia con la legge della creazione. Il tuo contributo influenza il risultato. Ciò che ti circonda (quello che attrai e ciò che fa parte della tua vita) è un indizio della tua intima natura.

3. Ciò a cui opponi resistenza persiste.
Legge dell’umiltà.
Ciò a cui opponi resistenza riflette chi sei dentro. Sei perso nell’illusione e neghi chi sei? La nostra zona d’ombra è la parte di noi che sopprimiamo e che torna a ossessionarci innescata da circostanze che ci portano a giudicare e a condannare.

4. Ovunque tu vada lì ti troverai.
Legge della crescita.
Se non cambi, niente cambia. Ovunque tu vada porterai con te la tua zona d’ombra. Fuggire via da una sfida significa posporre il tuo processo di crescita. Se non trovi il coraggio di confrontarti amorevolmente e di dire la verità sei destinato a soffrire per sempre. I cambiamenti appresi lentamente, fatti con il cuore, sono quelli più duraturi.

5. Ogniqualvolta c’è qualcosa di sbagliato, c’è qualcosa di sbagliato in noi.
Legge dello specchio.
Stai dando il tuo contributo e stai facendo la differenza in modo amorevole? Ogni cosa sul tuo cammino è uno specchio per guardarti dentro. Se fuori c’è confusione e inquietudine, penetrando in profondità dentro di te risolvi il problema.

6. Anche le azioni più insignificanti acquistano importanza nel momento in cui le compi.
Legge della sincronicità.
Impara la disciplina e l’umiltà. Tutti contiamo e siamo un tutt’uno. È il lungo periodo che conta. Ricordati che verrai messo alla prova e che devi ancora gestire le conseguenze delle tue azioni passate. Perciò magari fai tutto come si deve ma le cose continuano a non funzionare. Resta in carreggiata, alla fine la ricompensa è la crescita che hai ottenuto.

7. Non puoi pensare a due cose contemporaneamente.
Legge della direzione e dei motivi.
Hai motivi reconditi, un secondo fine, o pensi al di là di te stesso? Le incongruenze sono la principale causa di autosabotaggio. La paura del successo e la gelosia degli altri ci impediscono di andare avanti.

8. Se credi che una cosa sia vera, allora talvolta nella vita devi dimostrarlo.
Legge della volontà.
Fai molta attenzione a ciò in cui credi e lavora costantemente sulle tue convinzioni negative e sulle cose negative che dici. Non parlare mai male di te perché è come se ti lanciassi addosso una maledizione. Paura di lavorare sodo? Datti da fare o chiudi il becco.


9. Legge del qui e ora.
Lascia andare il passato e vai avanti. Concentrati sul luogo in cui ti trovi e su ciò che devi fare dentro di te per evolverti e progredire. Continua a lasciare andare il passato, perdona, dimentica e ricordati le lezioni che hai imparato.

10. Più le cose cambiano, più restano immutate.
Legge del cambiamento.
La storia si ripete finché non impari le lezioni che cambiano il percorso. Le lezioni vengono dimenticate, ma la saggezza rimane e viene espressa nel nuovo comportamento. Ciò che attrai è diverso o ha un effetto diverso.

11. Se ti focalizzi sulle cose buone nella tua vita, ne accadranno altre.
Legge della pazienza e della ricompensa.
Sei focalizzato su ciò che non hai? Cerchi le cose superficiali e appariscenti anziché quelle essenziali? La felicità deriva dal realizzare ciò che 8 sei destinato a compiere, a prescindere da quanto possa essere semplice o grandioso. Non c’è niente di male a sognare in grande, ma la tua felicità non dovrebbe dipendere dalla realizzazione dei tuoi sogni. La felicità si trova lungo il cammino, non nel suo completamento.

12. Ciò con cui contribuisci ti viene restituito.
Legge del valore e dell’ampliamento.
Il tuo contributo amplia o fa decrescere il tutto. Il valore è l’energia estesa. In molti scelgono la comfort zone della mediocrità, smettono di interessarsi e di imparare cose nuove. Si identificano con il loro lavoro e con i risultati del passato. Il cervello è programmato per un processo di crescita illimitato. Gran parte delle malattie della terza età sono causate dalla pigrizia che ci coglie durante la vecchiaia. Devi tenere allenato il fisico, mangiare sano e mettere costantemente alla prova il cervello con nuovi compiti, nuovi studi. Non smettere mai di evolverti.

(Roy e Joy Martina)

Un estratto dal bellissimo libro
Karma positivo per migliorare la vita, il lavoro e avere fortuna


https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__transfert-4-passi-fuori-dall-inferno-marco-bianchi.php?pn=351

       
ISCRIVITI ALLA NOSTRA FANPAGE !


venerdì 2 ottobre 2015

LEGGE DI ATTRAZIONE E AUTOSTIMA: SI GIOCA TUTTO QUI

Da alcuni anni ho cominciato a interessarmi alla Legge di Attrazione, e tra letture, esperienze personali e altrui, testimonianze raccolte in più Paesi, mi sono reso conto di una cosa: se non hai autostima, difficilmente riuscirai ad attrarre ciò che vuoi.

La Legge di Attrazione è un po’ come le banche: ti offre di più se tu ne hai già.

Tradotto: se tu ti senti ok, riuscirai ad attrarre ulteriori esperienze che ti faranno sentire ok.
E se i tuoi pensieri muteranno, magari focalizzandosi sulla paura di perdere ciò che hai raggiunto, la Legge di Attrazione ti “asseconderà” anche in questo caso.

Se una persona si trova in difficoltà, vuoi per circostanze, vuoi per questioni di autostima irrisolte, sarà difficile cambiare lo stato emotivo e le vibrazioni in maniera rapida e realmente convinta.

Infatti, sono del parere che anche ripetersi affermazioni potenzianti, ma senza convinzione, non sortisce alcun effetto, soltanto perdite di tempo.

Come lavorare sull’autostima? Ho letto decine di libri sull’argomento, e li ho trovati tutti sostanzialmente simili e, almeno per me, poco utili.

Alcune persone fanno fatica ad attribuirsi un valore a prescindere, e questo è dovuto al fatto che tra ciò che desiderano essere e tra ciò che sono attualmente, c’è una grande distanza.
Ho letto anche libri destinati a psicoterapeuti di professione, ma anche in questo caso, a parte qualche testo sulle terapie cognitivo-comportamentali, non ho trovato nulla di illuminante e soprattutto risolutivo.

Ho inventato quindi un metodo “casereccio”, certamente “duro” da mettere in pratica, ma fondamentale per affrontare realmente il problema, una volta per tutte.
Perché ogni giorno che trascorriamo sulla Terra senza risolvere i nostri problemi, è un giorno in meno di potenziale felicità.
Significa gettare a mare l’ennesima giornata, rubare il proprio tempo, allontanarsi ancora di più da ciò che potremmo essere.

E significa utilizzare la Legge di Attrazione per farci del male, perché è questo che succede: credo di non valere, e troverò molte conferme. Funziona anche al contrario, ed è qui che dobbiamo arrivare.

Il mio metodo, “duro” ma semplice nella sua esecuzione, è il seguente.

Passo n°1

Ti serve un’agenda. Ora.

Passo n°2

Nelle pagine antecedenti alla data di oggi, scrivi tutto ciò che stai rimandando, tutto ciò di cui hai paura, tutto ciò che avresti dovuto fare e non hai fatto.

E’ un passaggio difficile questo, ne soffrirai, ma è fondamentale. Devi davvero guardare in faccia i tuoi “mostri”. Se lo fai seriamente, questa potrebbe essere l’ultima volta in cui ti trovi a dover fare autoesami dolorosi.

Passo n°3

Stabilisci un piano d’azione per ognuno.
Nessuna pillola magica. Devi affrontare ciò che ti spaventa. Non esistono scorciatoie. Puoi leggere anche 1000 libri sull’autostima, ma se non affronti materialmente quella paura, avrai solamente speso magari 15.000 euro inutilmente. E soprattutto avrai perso tempo. Troppo tempo.

Potresti pensare di aiutarti con la visualizzazione. Si, puoi aiutarti, ma sebbene certi autori sostengano che la mente non distingue un’esperienza vividamente immaginata da una realmente vissuta, ti assicuro che le cose stanno diversamente.
Perché in cuor tuo sai benissimo che l’esperienza l’hai solo immaginata e non l’hai vissuta. Sai di aver avuto paura, e se non la affronti, questa crescerà.
La tua autostima è nuovamente ferita. Continuerai ad allontanarti dalla persona che puoi essere.

Passo n°4

Agisci, agisci, agisci, e ancora agisci.
Fai le cose che ti spaventano.
Fai le scelte che dovresti fare, anche se sono faticose.
Prendi il toro per le corna, una volta per tutte.

E segna tutti i progressi sull’agenda.
Quest’agenda, e te lo posso promettere, diventerà il TUO libro dell’autostima, la tua straordinaria storia in cui, una dopo l’altra, hai rotto tutte le sbarre della gabbia in cui eri rinchiuso/a.

La storia della conquista di una libertà che riuscivi solo a visualizzare (mentre perdevi tempo), la storia del tuo potere personale finalmente sprigionato.

Allora, e solo allora, potrai davvero utilizzare la Legge di Attrazione a tuo vantaggio.
Allora, e solo allora, le affermazioni potenzianti ti permetteranno davvero di consolidare il tuo stato di benessere interiore.
Allora, e solo allora, le tue vibrazioni saranno davvero potenti, chiare, efficaci, univoche.

Leggi questa agenda prima di andare a letto. Leggi tutti i tuoi progressi, prova gratitudine per la tua persona, perché finalmente hai fatto il passo decisivo per conquistare davvero la tua vita.


(Hamal Schintera)